Fondazione Mercadante

loading...

bruno canino

pianoforte

Bruno Canino, nato a Napoli, ha studiato pianoforte e composizione al Conservatorio di Milano.

Come solista e pianista da camera ha suonato nelle principali sale da concerto e festival europei, in America, Canada, Giappone, Cina, Malesia, Russia, Sud America, Australia e Nuova Zelanda. Da 40 anni suona in Duo pianistico con Antonio Ballista e, da quasi 30, fa parte del Trio di Milano.

Collabora con illustri strumentisti come Salvatore Accardo, Lynn Harrell, Uto Ughi, Viktoria Mullova, Itzhak Perlman e Pierre Amoyal. In qualità di solista, Bruno Canino si é esibito sotto la direzione di Bruno Maderna, Riccardo Muti, Claudio Abbado, Riccardo Chailly, Wolfgang Sawallisch, Luciano Berio e Pierre Boulez, e con orchestre quali la New York Philharmonic Orchestra, la Philadelphia Orchestra, i Berliner Philharmoniker, l´Accademia di Santa Cecilia, l´Orchestre National de France, il Concertgebouw di Amsterdam e la Filarmonica della Scala.

É stato direttore artistico della sezione Musica della Biennale di Venezia (1999-2001), della società di concerti della Giovine Orchestra Genovese e della stagione autunnale del Campus Internazionale di Musica di Latina. Si é molto dedicato alla musica contemporanea, collaborando fra gli altri con Boulez, Berio, Karl-Heinz Stockhausen, György Ligeti, Maderna, Luigi Nono, Sylvano Bussotti e altri di cui ha spesso presentato le opere in prima esecuzione. Ha insegnato pianoforte presso il Conservatorio di Milano per ventiquattro anni ed alla Musikhochschule di Berna per undici anni.

Ha realizzato incisioni per RCA, Deutsche Grammophon, Angel e Orfeo, tra cui le Variazioni Goldberg di J.S. Bach (BWV 988), Die Vier Temperamente di Paul Hindemith, l´opera per violoncello e pianoforte di Felix Mendelssohn con Lynn Harrell, opere di Sergej Prokofiev, Maurice Ravel e Igor Stravinskij con Viktoria Mullova (disco vincitore dell´Edison Prize), l´integrale per pianoforte di Alfredo Casella (Stradivarius), la Sonata per due pianoforti e percussioni di B&escute;la Bartòk con András Schiff e l´Amadinda Ensemble e l´integrale per pianoforte di Claude Debussy.

Attivo anche come compositore e scrittore, ha composto più di trenta titoli e pubblicato un libro intitolato Vademecum del pianista da camera edito da Passigli.

© Fondazione Mercadante   C.F.:97806350589   info@fondazionemercadante.it   +39 0578757663   website by Kweb
Questo sito utilizza solo cookie tecnici. Non venogono utilizzati cokies di profilazione! Se vuoi saperne di più clicca qui.
OK